4305slideServizi.png

Servizi

I servizi offerti dai professionisti di Sportello TLC consistono nell’assistenza, rappresentanza e difesa (presso i Co.re.com. regionali) degli utenti dei servizi di telecomunicazione, in sede di conciliazione delle controversie con gli Operatori telefonici, internet e pay tv.  
 
Attraverso un servizio completamente gratuito e virtuale, fruibile sull’intero territorio nazionale, gli utenti dei servizi di telecomunicazione possono incaricare i professionisti di Sportello TLC della risoluzione dei problemi insorti con il proprio Operatore. 
 
Gli oneri connessi ai servizi offerti da Sportello TLC non gravano sugli utenti: solo in caso di conciliazione con indennizzo in loro favore, Sportello TLC maturerà il diritto ad un compenso, come da Regolamento; nell’ipotesi di mancata conciliazione, non sarà richiesto alcun compenso. 
 
Cosa deve fare l'utente per utilizzare il servizio 
L'utente che intende accedere al servizio offerto da Sportello TLC, deve seguire una semplice procedura guidata, distinta per settore di riferimento (telefonia, internet, pay tv), conferendo l’incarico a conciliare la controversia.
 
Come funziona il servizio
Ricevuto l’incarico, i professionisti di Sportello TLC analizzano la questione e forniscono consulenza e assistenza agli utenti; se ne ricorrano i presupposti, inoltrano la domanda di conciliazione presso il Co.re.com. regionale competente, rappresentandoli ed aiutandoli a raggiungere la conciliazione con gli Operatori. 
 
Cos'è la conciliazione
La conciliazione è una procedura di risoluzione extragiudiziale delle controversie, obbligatoria per legge nelle liti tra utenti e operatori di comunicazioni elettroniche, durante la quale le parti, aiutate da un soggetto terzo (conciliatore), tentano in modo amichevole di trovare una soluzione al problema insorto. La conciliazione è disciplinata dal Regolamento di procedura per la soluzione delle controversie tra utenti e operatori di comunicazioni elettroniche. Questo si applica alle controversie inerenti al mancato rispetto delle disposizioni relative al servizio universale e ai diritti degli utenti finali stabiliti dalle norme legislative, dalle delibere dell'Autorità, dalle condizioni contrattuali e dalle carte dei servizi. Il regolamento riconosce la legittimazione attiva a procedere ai sensi degli art. 3 e 14 rispettivamente in capo agli operatori e agli utenti finali, cioè "ogni utente che non fornisce reti pubbliche di comunicazione o servizi di comunicazione elettronica accessibile al pubblico". 
 
Come funziona il tentativo di conciliazione
Il tentativo di conciliazione deve essere presentato al Comitato Regionale per le Comunicazione (Co.re.com.) territorialmente competente che agisce su delega di funzioni dell'Autorità. Ai sensi dell'art. 4 del Regolamento di procedura per la soluzione delle controversie tra utenti ed operatori di comunicazioni elettroniche, il Co.re.com. territorialmente competente è quello del luogo in cui è ubicata la postazione fissa d'uso dell'utente finale ovvero, negli altri casi, al domicilio indicato al momento della conclusione del contratto o, in mancanza, la residenza o la sede legale dell'utenza. Il tentativo di conciliazione non è proponibile dinanzi al Co.re.com. se, per la medesima controversia, è già stato esperito un tentativo di conciliazione. 
 

 

Hai un problema con il tuo Operatore telefonico, internet o pay TV ? Sportello tlc !!! Facile, veloce, gratuito !